Anteprime
Carmen Graziano
Gamer appassionata di Cinema, Anime, Manga, Serie TV e tutto ciò che riguarda Tecnologia ed Intrattenimento. Si narra che nella vita faccia anche altro, ma non ne siamo così sicuri...

Gamer appassionata di Cinema, Anime, Manga, Serie TV e tutto ciò che riguarda Tecnologia ed Intrattenimento. Si narra che nella vita faccia anche altro, ma non ne siamo così sicuri...

Un gioco che ha fatto la storia del combattimento a turni RPG tra tanti è senza la minima ombra di dubbio Shin Megami Tensei, che si presenta quest’anno con un nuovo titolo per 3DS Shin Megami Tensei: Deep Strange Journey. Gli appassionati Nintendo lo conoscono come le loro tasche, per tutti gli altri: non vedrete l’ora di provarlo.


Piattaforma: Nintendo 3DS
Data di rilascio: 18 Maggio 2018
Genere: RPG
Sviluppatore: Atlus
Lingua: Giapponese, Sub. Inglese
Modalità di gioco: SinglePlayer


Qualcosa di misterioso sta accadendo nell’universo

Una distorsione spazio-temporale colma di demoni è apparsa in Antartide, minacciando di inghiottire la Terra. Le Nazioni Unite hanno risposto incaricando un team di specialisti altamente qualificati con l’obiettivo di cercare di capire la causa dell’anomalia ed il modo di fermarla alla fonte. Nei panni di un giovane soldato del team incaricato alla missione ed accompagnati da Demonica (uniforme da combattimento ed assistente vocale che vi accompagnerà ovunque), avrete modo di esplorare in lungo ed in largo ogni zona per venire a capo della situazione.

Tra i tanti dungeon esplorabili, incontrerete demoni di ogni tipo, forma, carattere e dimensione: spetterà a voi la scelta di provare ad averci un approccio verbale oppure scegliere la via più aggressiva mettendo fine alle loro vite. Cercando un approccio colloquiale, sarà possibile aggiungere i demoni al nostro team di combattenti ed allenarli. Man mano che saliranno di livello, impareranno mosse sempre più forti e svilupperanno una sorta di “complicità” col protagonista. Ad aggiungersi a questo training, è possibile inoltre fondere due o più demoni per ottenerne un terzo a scelta tra quelli a disposizione, in modo da avere sempre il team adatto alla situazione.

Con lo svilupparsi della trama, si aggiungeranno varie missioni sia primarie che secondarie, tra le quali ricercare un proprio compagno sperduto, sconfiggere un demone particolarmente ostico o anche accondiscendere ai voleri di alcuni demoni che ci proporranno delle missioni speciali. Sarà necessario padroneggiare con successo la Demonica per condurre il resto della squadra al di fuori dello Schwarzwelt attraverso dungeon sempre più grandi e labirintici.

Combattere ed allenare: La chiave di tutto

Per essere certi di arrivare “indenni” alla fine del dungeon, o almeno alla prima colonnina di salvataggio o recupero energia, è essenziale espandere il più possibile il numero dei propri demoni. Non va, però, dimenticato che senza il combattimento non si avrà alcun aumento di esperienza, né vostro né tanto meno dei demoni che camminano al vostro fianco.

Le mosse sono molteplici per tipologia, specie, forma e carattere del demone. Esattamente come la morra cinese, in Shin Megami Tensei: Deep Strange Journey quasi ogni demone ha un elemento al quale ha una debolezza più o meno forte. Procedendo con la trama principale, si avrà la possibilità di fare degli up-grade a DEMONIACA, tra i quali è presente la capacità di vedere punti forti e debolezze del nemico.

Demoniaca Co-op

Invece di utilizzare il solito sistema di battaglia, innescando una debolezza del nemico avviene un attacco Demoniaca Co-Op dove ogni elemento del team attacca il nemico uno alla volta replicando permettendo agli alleati con lo stesso “allineamento” di sferrare un attacco extra. Ad esempio, se tramite i dialoghi ed i tipi di demoni che allenate il personaggio principale ha un allineamento Neutrale e tutta la sua squadra è Neutra, tutti attaccheranno tutti contemporaneamente per attivare un attacco di Cooperazione Demoniaca di livello 3. Se qualcuno nel gruppo fosse LAW, però, saranno esclusi dalla co-op e l’attacco congiunto farà meno danni.

Il sistema Demoniaca Co-Op incentiva il giocare in modo creativo e molto più strategico, di fatti costringe il giocatore ad usare demoni che altrimenti non userebbe. È importante dunque scegliere la propria strategia: comporre una squadra con un unico allineamento è utile per sfruttare il più possibile gli attacchi Demoniaca Co-Op, d’altra parte potete dare sfogo alla fantasia ed utilizzare i demoni con i quali vi trovate più a vostro agio. Il primo approccio potrebbe funzionare bene come tattica per gli scontri casuali, ma sicuramente affonderà nella seconda metà del gioco, specialmente contro i boss.

Mentre girovagate intenti a completare le missioni, incontrerete inevitabilmente Alex, una misteriosa ragazza che ha come unico scopo quello di uccidervi. Non arruffate le penne! Ritornerete in vita in un altro universo da cui potrete tornare anche tranquillamente alla base.

Per tutto c’è un app

Sarà possibile aggiornare la vostra Demoniaca con applicazioni sempre nuove ed aggiornate presso l’emporio che si trova sulla vostra nave. Queste app possono fare davvero qualunque cosa: dal mostrare le debolezze al farvi risorgere dopo il KO. E’ consigliabile infatti cercare di valutare con ponderazione quali e quando acquistarle. All’inizio probabilmente avrete più necessità di Macca (le monete utilizzate nel gioco) piuttosto che di ricevere qualche punto in più per gli attacchi Demoniaca Co-op, d’altronde è difficile trovare tanti demoni con lo stesso orientamento.

acquistare o non acquistare?

Dai disegni tipici dei manga e dalla colonna sonora avvincente e creata da un’intera orchestra dedicata, Shin Megami Tensei: Deep Strange Journey è tutto quello che un appassionato degli RPG di origine nipponica cerca. E’ un perfetto connubio tra un anime dalla trama avvincente e lo stile di combattimento semplice ed intuitivo al quale si possono avvicinare sia grandi che bambini.

Purtroppo anche le migliori opere hanno dei difetti, Shin Megami Tensei: Deep Strange Journey non ha la localizzazione linguistica (il che gli fa perdere una gigantesca fetta di acquirenti). In aggiunta, i dialoghi sono estremamente lunghi e, senza una perfetta conoscenza dell’inglese o del giapponese, non è possibile godere a pieno della trama, obbligando il giocatore ad andare “a tentoni”. Per questi due “difetti” (anche se non fondamentali), ci vediamo costretti a consigliarvi l’acquisto solo se avete un’eccellente conoscenza della lingua, così da evitare di perdervi parte dell’esperienza di gioco.

 

Shin Megami Tensei: Deep Strange Journey

7.3

Trama

6.5/10

Gameplay

7.5/10

Tecnica

7.5/10

Originalità

7.0/10

Longevità

8.0/10

Pros

  • Stile di combattimento facile ed intuitivo
  • Tante app per facilitare l'esperienza di gioco
  • Demoniaca Co-op permette di fare attacchi multipli

Cons

  • Lingua non localizzata
  • Dialoghi molto lunghi

Altri articoli in Anteprime

FIFA 19 – Provata la demo

Alessandro Giordano17 settembre 2018

Call of Duty: Black Ops 4 – Blackout, Provato

Riccardo Cantù14 settembre 2018

Battlefield V Open Beta – Provato

Luca Paura8 settembre 2018

Fist of the North Star: Lost Paradise – Prime impressioni

Alessandro Giordano6 settembre 2018

Shadow of the Tomb Raider, la nostra prova

Alessandro Niro20 agosto 2018

Red Dead Redemption 2: Analisi del trailer

Salvo Privitera10 agosto 2018