Sotto il segno del Pixel – I migliori Videobalocchi di Aprile 2017

Speciali
Lorenzo Prattico
Concepito davanti Monkey Island, sopravvivo grazie al sushi, al kebab e all'immensa gioia del sapere che chi preferisce il settimo Final Fantasy all'ottavo, prima o poi, morirà.

Concepito davanti Monkey Island, sopravvivo grazie al sushi, al kebab e all'immensa gioia del sapere che chi preferisce il settimo Final Fantasy all'ottavo, prima o poi, morirà.

È vero, lo ammettiamo: Marzo ci ha viziati. Da Horizon Zero Dawn a Zelda: Breath of the Wild, e ci limiteremo a citarne due, il 2017 si è già affermato uno tra i migliori anni per i videogiochi della current gen.

Se il mese scorso è stato all’insegna dell’hype per i tripla A, ripagato con titoli straordinari, questo mese ha i colori più malinconici e sensibili della nostalgia: grandi ritorni, occhi lucidi con la memoria al Nintendo 64, ma anche vecchie conoscenze a cui abbiamo un po’ paura ad aprire la porta.

Ecco quindi i migliori titoli videoludici, almeno per noi, di Aprile 2017.

Persona 5

Quasi dieci anni di attesa e quattro dall’annuncio, ma Persona 5, sviluppato come sempre da Atlus, è qui.

Il JPRG che ha sfiorato la perfezione su Famitsu con 39/40, continua a macinare successi di pubblico e di critica. La trama, vero punto forte del progetto, dura in media 100 ore: tra colpi di scena e quotidianità scolastica degna del migliore Shin Megami Tensei, dovremo inoltrarci con i nostra avatar Persona all’interno della psiche di personaggi poco raccomandabili, combattendo con i loro demoni interiori.

Se vi piace la psicologia analitica, è il gioco che fa per voi. A far storcere il naso solo la scelta della localizzazione, unicamente giapponese ed inglese: anche se comprensibili i risvolti economici di una localizzazione paese per paese, una scelta del genere rende più difficile l’approccio a un bacino d’utenza da tripla A.

Scelta che fa discutere anche quella di fornire il gioco di un blocco automatico per lo stream: in un mondo 2.0 una scelta del genere è anacronistica, sopratutto per un gioco che dovrebbe puntare a farsi conoscere il più possibile. La scelta di impedire lo streaming e la condivisione di filmati non può che essere alla lunga controproducente.

Leggi anche:  Playstation VR: ecco le controindicazioni della realtà virtuale

Nonostante queste scelte di marketing il gioco, uscito il 4 Aprile come esclusiva PS4, è indubbiamente un capolavoro, dallo stile grafico alle musiche.

Syberia 3

E se i fan di Persona hanno dovuto aspettare, quelli di Syberia hanno fatto dell’attesa il loro vanto quotidiano: dopo il secondo capitolo del 2004, Syberia 3 è sbarcato solo quest’anno su PS4, Xbox OnePC e presto su Switch.

Kate Walker cade ammalata e viene soccorsa dagli Youkol (ve li ricordate?), pronta ad imbarcarsi in un’avventura tra personaggi ”particolari” e il silenzio dei ghiacci.

L’avventura grafica a tema steampunk sembra andare bene con le vendite, tanto che la collector edition sta andando letteralmente a ruba: la creatura di Benoît Sokal (benedetto sia il nome), vanta una trama d’eccezione e un’atmosfera al pari dei primi due episodi, punti cardine della cultura videoludica di una generazione, forse due.

Disponibile dal 20 Aprile in Europa, questa volta è toccato all’America aspettare, fino al 25.

Yooka-Laylee

Sviluppato da gran parte del team Rare sotto altro nome,  il Team 17, è arrivato l’11 aprile su PC, PS4 e Xbox One l’erede spirituale di Banjo-Kazooie: Yooka-Laylee!

Platform cartoon, permette di controllare a piacimento due personaggi con abilità uniche: il camaleonte Yooka e la pipistrella Laylee. I due dovranno imbarcarsi in un’avventura spericolata per salvare la letteratura mondiale dai malvagi Capital B e Dottor Quack e…no, non serve andare oltre, avete già capito quanto sembri di star giocando al Nintendo 64 o Playstation 1 che sia.

Una chicca: se Banjo-Kazooie per la colonna sonora suonata con banjo e kazoo…quella di Yooka-Laylee è naturalmente composta con un ukulele!

Il gioco, oltre ad aver fatto lacrimare fan della old gen anni ’90 di tutto il mondo, si presenta scorrevole e divertente, con una manegevolezza sicuramente maggiore se giocato con controller: disponibile anche in retail ad un prezzo massimo di una quarantina d’euro, consigliamo a tutti almeno di provarlo.

Leggi anche:  The Flash 3: ufficialmente online la sinossi della season premiere

Outlast 2

Ed eccoci arrivati al punto di non ritorno: Se fino a qui ha regnato la nostalgia e l’emotività…preparatevi a coprirvi gli occhi col controller.

Outlast 2 è disponibile dal 25 Aprile per PC, PS4 e Xbox One: voi, il controller, un cameraman disperso tra i canyon dell’Arizona, la ricerca dello scoop su una donna incinta misteriosamente assassinata.

Gli ingredienti perfetti per un’esperienza all’altezza dei picchi orrorifici del primo.

Se il secondo episodio della serie sviluppata da Red Barrels (12 -12!- dipendenti) sta avendo tanto successo ci sarà un motivo, no?

Little Nightmares

Per finire, un nuovo arrivato che già ha conquistato la nostra simpatia: Little Nightmares.

Se siete alla ricerca di un platform a enigmi dalle tinte dark, lo avete trovato: sviluppato da Tarsier Studios, già visti all’opera su quel capolavoro di Little Big Planet 3, Little Nightmares spicca soprattutto per il suo comparto artistico e la sua atmosfera angosciante.

Uscito lo scorso 28 aprile su PC, PS4 e Xbox One, vince premi in tutto il mondo già da un anno: preparatevi ad accompagnare la bambina Sei nella sua figa dal resort sottomarino ”Le Fauci”, inseguiti da personaggi non proprio ”amichevoli”.

E voi? li avete provati tutti? Avreste voluto farlo? Fateci sapere!

Appuntamento al prossimo mese!

Altri articoli in Speciali

Nintendo Switch Lite: un sistema per tutti o per nessuno?

Andy Bercaru12 Luglio 2019

Crash Team Racing Nitro Fueled: ecco tutte le scorciatoie delle piste

Alessandro Niro24 Giugno 2019

I 5 migliori finali segreti dei videogiochi

Salvo Privitera20 Giugno 2019

Resoconto Nintendo Direct E3 2019, tutte le principali novità dell’evento

Andy Bercaru11 Giugno 2019

Resoconto PC Gaming Show E3 2019, tutte le novità della conferenza

Salvo Privitera11 Giugno 2019

Square Enix E3 2019: Recap generale di tutte le novità presentate durante la conferenza

Andy Bercaru11 Giugno 2019