Outlast 2 è stato ispirato ad eventi storici realmente accaduti

News
Giuseppe Barbieri
Avevo circa 7 anni quando per la prima volta vidi uno dei miei fratelli giocare ai titoli più simbolici sulla prima Playstation, come Crash Bandicoot o Resident Evil 3: Nemesis. Da quel giorno mi sono interessato a questo mondo, facendo crescere sempre più la passione per i videogiochi. Credo e affermo che i videogiochi siano una vera e propria forma d'arte e di espressione che si unisce ad altri tipi di arte che insieme riescono catapultarti in un altro mondo. Ciò che apprezzo per lo più nei videogiochi sono le storie profonde, giocherei a COD o a qualunque altro multiplayer soltanto per noia. Amo le storie, e amo crearle. Oltre ad essere un videogiocatore in cerca di storie ho, da qualche tempo, anche l'interesse per la lettura e la scrittura.

Avevo circa 7 anni quando per la prima volta vidi uno dei miei fratelli giocare ai titoli più simbolici sulla prima Playstation, come Crash Bandicoot o Resident Evil 3: Nemesis. Da quel giorno mi sono interessato a questo mondo, facendo crescere sempre più la passione per i videogiochi. Credo e affermo che i videogiochi siano una vera e propria forma d'arte e di espressione che si unisce ad altri tipi di arte che insieme riescono catapultarti in un altro mondo. Ciò che apprezzo per lo più nei videogiochi sono le storie profonde, giocherei a COD o a qualunque altro multiplayer soltanto per noia. Amo le storie, e amo crearle. Oltre ad essere un videogiocatore in cerca di storie ho, da qualche tempo, anche l'interesse per la lettura e la scrittura.

Outlast 2 propone sicuramente un vero e proprio viaggio nella follia umana, una follia che in effetti potrebbe considerarsi quasi impossibile all’interno della società reale seppur non del tutto.

Qualche tempo fa, il co-fondatore di Red Barrels Philippe Morin ha ammesso di essersi ispirato, insieme al suo team, a fatti realmente accaduti per lo sviluppo del secondo capitolo della serie di Outlast, riportando eventi riguardanti il massacro di Jonestown avvenuto nel 1978, oltre altri avvenimenti di tipo religioso.

Outlast 2

“Abbiamo a lungo studiato il massacro di Jonestown e ne abbiamo preso ispirazione per lo sviluppo di Outlast 2, dopotutto si parla del più grande suicidio di massa degli anni settanta”

Queste le parole di Morin, parlando invece del gioco Morin ha dichiarato che il secondo capitolo è legato ai fatti del primo, non vi diciamo altro per evitare spoiler.

Outlast 2

Vi ricordiamo che Outlast 2 è disponibile in digitale, disponibile sulle piattaforme Playstation 4, Xbox One e PC. Il gioco è anche acquistabile nella versione retail, che propone un bundle denominato Trinity contenente Outlast Whistleblower, Outlast e Outlast 2.

Infine, vi informiamo che il team nel corso della settimana rilascerà una patch per abbassare il livello della difficoltà normale, visto che quest’ultima è stata classificata dai videogiocatori come “non normale”.

Altri articoli in News

Digimon Survive si mostra con nuovi screenshots

Francesco Palmiero21 luglio 2018

Darkstalkers – Un nuovo capitolo sarebbe in sviluppo, stando a Yoshinori Ono!

Andy Bercaru21 luglio 2018

RollerCoaster Tycoon Adventures in arrivo su Nintendo Switch!

Andy Bercaru21 luglio 2018

Arkane Studios cercano sviluppatori per un nuovo progetto dedicato a Switch!

Andy Bercaru21 luglio 2018

Pokémon Go: arriva Registeel

Marco Pasqualini21 luglio 2018

Monster Hunter Generations Ultimate avrà contenuti a tema Breath of the Wild!

Andy Bercaru21 luglio 2018