Microsoft E3 2018: Riassunto conferenza e tutti i giochi annunciati

Speciali
Salvo Privitera
Appassionato da sempre di videogiochi, serie tv e film. Vivo la mia vita un quarto di miglio alla volta cercando di evitare gli spoiler per tutta la roba che ho ancora da recuperare. E fidatevi, ne ho tanta.

Appassionato da sempre di videogiochi, serie tv e film. Vivo la mia vita un quarto di miglio alla volta cercando di evitare gli spoiler per tutta la roba che ho ancora da recuperare. E fidatevi, ne ho tanta.

L’E3 di quest’anno è già finito da un paio di giorni, e fra sorprese, delusioni e grandi assenti, ogni anno questo evento riesce a divertire e a lasciare sempre un po’ di amaro in bocca a tutti gli appassionati. Quello di Microsoft però è stato l’epilogo di una grande serie di annunci,  50 giochi mostrati, con 18 esclusive e ben 15 world premiere, per molti è stata la conferenza che ha il diritto di salire sul podio di quest’anno, ma vediamo il perché.

A scaldare subito gli animi di tutti i presenti è stato sicuramente l’annuncio a sorpresa di Halo Infinite, il nuovo progetto dei ragazzi di 343industries, che ha poi lasciato il palco a Phil Spencer. Qui il buon Phil ha mostrato a tutti Ori and the Will of the Wisp, il sequel di Ori and the Blind Forest. Dopo ciò, lo schermo si tinge di nero con la possente e ormai riconoscibile ovunque scritta dei From Software, che ha svelato al mondo il mistero di quel teaser presentato ai Game Awards con Sekiro: Shadow Dies Twice, progetto a cui sta collaborando anche Activision.

Il ritmo della conferenza è sublime, con poche chiacchiere e tanti giochi, e che giochi signori. A spezzare un po’ questo ritmo è Todd Howard, che sul palco Microsoft mostra il nuovo trailer di  Fallout 76, trailer che sarà poi approfondito poche ore dopo durante la conferenza Bethesda. Finita la piccola presentazione col simpaticissimo Todd, ecco che si continua con la carrellata di presentazioni, è il turno infatti del nuovo gioco di Dontnod, i creatori di Life is Strange per intenderci, che hanno sorpreso un po’ tutti con The Awesome Adventure of Captain Spirit, ambientato nell’universo narrativo della loro avventura grafica, ha fatto storcere un po’ il naso a tutti coloro che aspettavano Life is Strange 2, che si è fatto perdonare subito quando hanno detto che sarà un gioco gratuito a partire da Giugno.

E’ comparso subito dopo sul palco anche Crackdown 3, chimera di Microsoft, che ha però mostrato un netto miglioramento in confronto alla prima versione mostrata dalla casa di Redmond. Altro nuovo arrivo su console Xbox è Nier: Automata, piccola perla videoludica che non poteva mancare nella libreria dei possessori di Xbox One. Subito dopo è stato fatto vedere Metro Exodus, mostrato lo scorso anno sempre in conferenza Microsoft, sembra un gioco di pregevole fattura e sicuramente saprà sbalordire tutti i fan del mondo creato da Dmitrij Gluchovskij.

Subito dopo viene mostrato Kingdom Hearts 3, altra chimera del mondo videoludico che finalmente approderà sulle nostre piattaforme di gioco preferite l’ormai non troppo lontano 29 Gennaio. A proposito di approdare, ecco che spunta con sorpresa anche Sea of Thieves, che ha annunciato a tutte le ciurme che sono in arrivo ben due espansioni, una a Luglio e una a Settembre. E’ il turno poi di DICE con il suo Battlefield V, viene fatto vedere un piccolo teaser sulla modalità storia. Dopo la piccola delusione per lo striminzito filmato dello sparatutto, ecco che viene fatto vedere il nuovo Forza Horizon 4 per ridare linfa vitale a tutti gli osservatori. In uscita il 2 Ottobre, ed essendo esclusiva, sarà gratuito per tutti coloro che sono abbonati al Game Pass di Xbox.

Leggi anche:  The Sinking City si mostra con un nuovo trailer

Dopo tutti questi annunci di fila, Spencer torna sul palco per raffreddare i bollenti spiriti di tutti i fan, facendo vedere a tutti gli spettatori i nuovi acquisti di casa Microsoft: i Ninja Theory (Hellblade, Enslaved), Undead Labs (State of Decay, State of Decay 2), Playground Games (il franchise di Forza Horizon e un titolo non ancora annunciato) e Compulsion Games (Contrast, We Happy Few), sembra che il buon vecchio Bill non abbia badato a spese questa volta.

Torniamo di nuovo in Giappone poi con l’annuncio di Tales of Vesperia, la versione rimasterizzata del capitolo del 2009, in uscita su PCPlayStation 4Xbox One e Nintendo Switch. Sale sul palco anche Ubisoft con il nuovissimo The Division 2 che viene mostrato per la prima volta su palco Microsoft. Piccola pausa per riprendere giusto un po’ il respiro prima di un grandissimo World Premiere inaspettato: Devil May Cry 5, che annulla le voci che lo ritraevano come un’esclusiva Playstation. Sequel diretto dell’ottimo Devil May Cry 4, sarà ambientato 10 anni dopo l’ultimo capitolo della saga.

Subito dopo, sul palco viene mostrato il nuovo dlc di Cuphead, che aggiunge una nuova isola e un nuovo personaggio giocabile, scordatevelo purtroppo quest’anno, dato che verrà rilasciato nel 2019. Si ritorna poi di nuovo in terra nipponica con Jump Force, il nuovo titolo crossover di tutti i marchi più famosi della rivista Shonen Jump, come Dragon Ball, One Piece e Naruto, il gioco che non avevamo chiesto ma di cui avevamo bisogno. Avevamo bisogno invece di un nuovo Dying Light 2 e di un nuovo Battletoads che sono stati prontamente annunciati per la gioia di tutti i fan.

Leggi anche:  Crackdown 3 riceverà un grosso aggiornamento che introdurrà l'Extra Mode

Ma a voi questi giochi non interessano? Volete solo sfogarvi dopo una lunga ed estenuante giornata di lavoro? Bene, perché tutti coloro che sono in cerca ignoranza ed esplosioni sono i benvenuti con il nuovo Just Cause 4, con il 100% in più di esplosioni e tamarraggine.

Ormai siamo quasi alla fine della conferenza, ci si aspetta la bomba finale da parte di Microsoft, ed ecco che a grande sorpresa annuncia Gears Pop: un gioco per dispositivi mobile con i personaggi di Gears of War ma con le sembianze dei Funko Pop. Ok bene, non è proprio quello che tutti ci aspettavamo ma dopo tutti i giochi annunciati può andare bene ma no, ecco che viene annunciato l’altro gioco a tema Gears of War, Gears Tactics, uno strategico a turni basato sul celebre universo della serie sviluppata da The Coalition. Ma la terza volta è quella buona ed ecco che viene presentato a tutti, che avevano perso le speranze, Gears 5, il quinto capitolo principale della serie, che sembra strizzare l’occhio alle recenti produzioni Sony per quanto riguarda la narrativa, che sarà più drammatica, con diversi tocchi emozionali, con maggiore focus sui dialoghi fra i personaggi e sulla loro introspezione psicologica.

Tutto è finito, la bomba finale è stata sganciata, e tutti quanti noi stavamo per chiudere tutto e andare a letto o a prendere eventualmente dell’altro caffè per gustarci le altre conferenze poche ore dopo, ma invece, ecco che arriva, Cyberpunk 2077. Presentato a tutti in stile finto attacco hacker, ha fatto gridare e piangere lacrime virili a tutti coloro che aspettavano qualcosa riguardo al nuovissimo gioco dei CD Projekt. Insomma, grande conferenza per i videogiochi, e per tutti noi appassionati, che per circa due ore siamo tornati bambini.

Altri articoli in Speciali

Nintendo Switch Lite: un sistema per tutti o per nessuno?

Andy Bercaru12 Luglio 2019

Crash Team Racing Nitro Fueled: ecco tutte le scorciatoie delle piste

Alessandro Niro24 Giugno 2019

I 5 migliori finali segreti dei videogiochi

Salvo Privitera20 Giugno 2019

Resoconto Nintendo Direct E3 2019, tutte le principali novità dell’evento

Andy Bercaru11 Giugno 2019

Resoconto PC Gaming Show E3 2019, tutte le novità della conferenza

Salvo Privitera11 Giugno 2019

Square Enix E3 2019: Recap generale di tutte le novità presentate durante la conferenza

Andy Bercaru11 Giugno 2019