Marvel’s Spider-Man, la Recensione – NO SPOILER

Recensioni
Luca Paura
Appassionato di Cinema e Videogiochi da quando era piccolo, la sua curiosità lo ha portato ad appassionarsi alla recitazione e al doppiaggio, e ora ciò che sta inseguendo è proprio il sogno di voler fare il doppiatore.

Appassionato di Cinema e Videogiochi da quando era piccolo, la sua curiosità lo ha portato ad appassionarsi alla recitazione e al doppiaggio, e ora ciò che sta inseguendo è proprio il sogno di voler fare il doppiatore.

Nel lontano 2016, durante una delle conferenze più belle fatte da Sony all’E3, veniva annunciato con un trailer spettacolare Marvel’s Spider-Man, tie-in esclusiva per Play Station 4 sviluppato da Insomniac Games.

Il pubblico rimase estasiato da quel trailer e man mano che passava il tempo e si ricevevano sempre più informazioni riguardanti il gioco, critica e pubblico erano convinti di potersi ritrovare tra le mani uno dei giochi supereroistici migliori di sempre. E finalmente, il 7 settembre, è arrivato nei negozi, ma è stato davvero all’altezza delle aspettative? Scopriamolo insieme.

GRAFICA E AMBIENTAZIONE

Partiamo subito con il parlare del lato tecnico e artistico di questa nuova fatica dei creatori di Spyro, forte del nuovo motore grafico proprietario, ovvero l’Insomniac Engine, Marvel’s Spider-Man risulta essere uno dei giochi migliori presenti su PS4 per quanto riguarda l’aspetto grafico, con texture molto pulite sia nelle vicine che nelle lunghe distanze, risultando anche molto fluido nonostante il blocco dei 30fps e la risoluzione upscalata in 4K (questo solo se si gioca con una PS4 Pro e con una TV in 4K appunto), certo nelle situazioni più concitate e con la presenza di numerosi nemici, i cali di frame si fanno sentire, ma non sono così gravi da impedire la godibilità del titolo.

Parlando invece dell’ambientazione, ciò che balza subito all’occhio, mentre si oscilla per New York, è la sua riproduzione molto fedele alla realtà (con ovviamente le dovute differenze nel suo skyline, come l’edificio della Oscorp o una certa torre che i fan Marvel conoscono bene), il che rende molto piacevole esplorare i vari quartieri della grande mela, sopratutto quando si è in cerca di easter egg e riferimenti all’universo Marvel di cui il gioco ne è pieno zeppo, per la gioia del fan-service. Ci troviamo quindi tecnicamente di fronte ad un titolo che rappresenta il top per la console Sony, che riesce a sfruttare benissimo la sua potenza, sopratutto in versione Pro.

GAMEPLAY

Per quanto riguarda il gameplay di Marvel’s Spider-Man, non si discosta molto dai precedenti giochi dedicati all’arrampicamuri (tra cui spicca il tie-in di Spider-Man 2), ma ne prende gli elementi migliori e li eleva ai massimi livelli, calando il giocatore in un open world pieno di attività e missioni secondarie che si possono svolgere tra una missione primaria e l’altra, anche se alcune possono risultare ripetitive.

Inoltre il gioco interrompe la narrazione per permettere di svolgere alcune missioni secondarie e potenziare i gadget (che sono numerosissimi) del nostro eroe che possono essere molto utili nelle missioni primarie, alcune di queste poi, permettono di sbloccare anche costumi alternativi con cui affrontare l’avventura e tutti sbloccano un potere particolare adatto ad una determinata situazione, ma che possono essere applicati anche ad altri costumi, quindi possiamo utilizzare il nostro costume preferito con applicato il potere di un altro.

È presente anche una componente GDR che permette di far aumentare di livello Spider-Man e sbloccare diverse abilità che saranno utili durante i combattimenti. Parlando proprio dei combattimenti, che prendono spunto dalla saga di Batman Arkham, risultano sempre molto divertenti da affrontare, nonostante siano quasi sempre tutti uguali fra loro, con qualche varietà quasi esclusivamente nelle boss-fight.

TRAMA

La trama di questo titolo è di sicuro uno dei suoi punti forti, con uno Spider-Man in attività da ormai 8 anni che deve riuscire a convivere con i soliti problemi di un ragazzo qualunque insieme a quelli di un supereroe, ma in Marvel’s Spider-Man questi problemi vengono accentuati ancora di più dalla presenza di un nuovo nemico che farà collidere la vita da supereroe con quella civile del povero Peter Parker.

Numerosi sono i personaggi presenti nel gioco che tenteranno di aiutare o ostacolare il protagonista, e non saranno pochi i momenti drammatici che irromperanno violentemente nella narrazione, cercando (e riuscendoci) di far coinvolgere emotivamente il videogiocatore.

Ciò che sorprende di più è la presenza di scene particolarmente violente per un titolo con protagonista Spider-Man, il che fa pensare che gli sviluppatori abbiano avuto davvero molta libertà creativa sul progetto, ma a ovviare a queste scene ci sono anche numerosi momenti in cui il nostro amichevole tessiragnatele smorza la tensione con battute divertenti e a volte al limite del non-sense che comunque è apprezzabile, in particolare per chi conosce bene il personaggio.

Non saranno nemmeno pochi i colpi di scena che possono sorprendere il giocatore ed il finale, fa facilmente pensare ad un seguito (cosa abbastanza scontata sopratutto considerando le vendite). Insomma, se state cercando un titolo con una bella trama coinvolgente, Marvel’s Spider-Man è quello che fa per voi.

PER CONCLUDERE…

Cosa si può dire di altro di questo gioco? Non molto, se non che si tratta davvero di un ottimo tie-in dedicato al personaggio di Spider-Man, dedicato sopratutto ai suoi fan, ma che può piacere molto anche a chi il personaggio non lo conosce molto bene anzi, questo titolo può essere anche un ottima occasione per avvicinarsi alle sue avventure fumettistiche e conoscere meglio il protagonista, i suoi nemici e comprimari.

Insomniac Games è riuscita a creare un titolo coinvolgente e divertente e non vediamo l’ora di vedere quale sia il loro prossimo progetto, che potrebbe trattarsi del seguito di Marvel’s Spider-Man, oppure di un nuovo titolo dedicato ad un altro personaggio Marvel, il che potrebbe anche portare alla creazione di un universo condiviso analogo a quello cinematografico.

Non ci resta che attendere e, nel frattempo, possiamo continuare a giocare e goderci Marvel’s Spider-Man ed i suoi futuri DLC!

Marvel's Spider-Man

9.5

Grafica

9.5/10

Gameplay

9.5/10

Trama

9.5/10

Pros

  • Ottima grafica
  • Ambientazione
  • Combattimenti sempre divertenti
  • Spider-Man
  • Tanto fan-service

Cons

  • Piuttosto facile anche a difficoltà massima
  • Attività secondarie ripetitive

Altri articoli in Recensioni

Call of Cthulhu, la Recensione – NO SPOILER

Andy Bercaru5 novembre 2018

SINNER: Sacrifice for Redemption, la Recensione – NO SPOILER

Andy Bercaru24 ottobre 2018

Assassin’s Creed: Odyssey, La Recensione – NO SPOILER

Riccardo Cantù22 ottobre 2018

LEGO DC Super-Villains, la Recensione – NO SPOILER

Salvo Privitera20 ottobre 2018

Call of Duty: Black Ops 4, La Recensione

Riccardo Cantù16 ottobre 2018

WWE 2K19, la Recensione – NO SPOILER

Andy Bercaru16 ottobre 2018