LEGO DC Super-Villains, la Recensione – NO SPOILER

Recensioni
Appassionato da sempre di videogiochi, serie tv e film. Vivo la mia vita un quarto di miglio alla volta cercando di evitare gli spoiler per tutta la roba che ho ancora da recuperare. E fidatevi, ne ho tanta.

Appassionato da sempre di videogiochi, serie tv e film. Vivo la mia vita un quarto di miglio alla volta cercando di evitare gli spoiler per tutta la roba che ho ancora da recuperare. E fidatevi, ne ho tanta.

Diciamoci la verità, molti di noi hanno oramai un’età, chi più chi meno, ovviamente, ma i bei tempi in cui si era semplicemente felici con un paio di costruzioni e due amichetti sono ormai belli che andati (purtroppo), perché crescendo, si iniziano a capire i paradigmi dell’età adulta e, subito dopo aver finito il tutorial dei ’18 anni’, si viene buttati in questo dungeon di livello leggendario che ha il nome di ‘età adulta’. Anche se qualcosa legata alla nostra fanciullezza è comunque rimasta: la voglia di videogiocare. Quella di scoprire nuovi mondi e avventure con mille personaggi tutti diversi, che da sempre ci intrattiene e, sopratutto, ci emoziona.

Altre, come la spensieratezza di passare un pomeriggio con gli amici a costruire e giocare con i LEGO sono oramai solo bei ricordi riposti con cura nei meandri della nostra mente. Anche se di recente siamo riusciti a replicare un’esperienza simile grazie al gioco LEGO DC Super Villains che ci ha fatto tornare in mente i pomeriggi buttati sul freddo pavimento ad immaginare mille storie differenti, semplicemente usando piccoli pezzetti di plastica prodotti probabilmente in chissà quale parte del mondo. Ma sarà comunque riuscito questo titolo targato Warner Bros a convincerci completamente? Scopritelo con noi in questa nostra cubettosa recensione.

I Lego conquisteranno il mondo

Per chi non conoscesse i giochi LEGO, vi basti sapere che LEGO DC Super Villains è l’ultimo uscito di una famiglia numerosissima di titoli su licenze famose, come LEGO Indiana Jones, Star Wars, Il Signore Degli Anelli e tantissimi altri. In poco tempo, il brand LEGO è riuscito a spopolare anche sui videogiochi, grazie ad una formula ben collaudata negli anni e sopratutto grazie ad alcune licenze di spessore, che hanno creato un circolo vizioso di giochi tratti da film e fumetti. L’ultimo ad aggiungersi alla festa è per l’ appunto DC Super Villains, in cui, come il titolo ci fa capire, questa volta impersonificheremo – per la maggior parte del tempo – i cattivi dell’universo DC, che pur subendo la “legolizzazione”, riescono a mantenere una personalità tutta sommato coerente con i personaggi dei fumetti, pregni comunque dell’umorismo sottile ma marcato a cui la serie ci ha abituato.

Il gioco vi permetterà di crearvi un personaggio tutto vostro, che andrà ad affiancare i nostri (anti)eroi preferiti. Subito dopo il video introduttivo, ci toccherà costruire da zero il nostro Alter-Ego malvagio, e fin dai primi secondi di gioco, notiamo che la personalizzazione in questo capitolo è stata portata ai massimi livelli. Potremo scegliere, infatti, tra decine di varianti da applicare al nostro personaggio: mantelli, costumi, capelli, cinture e la customizzazione non si ferma al lato estetico ma si estende anche alle abilità e alla personalità.

I’M (LEGO) BATMAN

La trama, pur essendo un gioco legato ad un target adatto anche per i ‘più piccoli’, riesce comunque ad intrattenere. Vi basti sapere che dopo la creazione del personaggio, veniamo subito coinvolti con un’evasione dal carcere di massima sicurezza, che i fan dell’universo DC conosceranno sicuramente, di Stryker’s Island a Metropolis. Qui insieme a Lex Luthor e alla sua assistente Mercy Graves, dovremo farci strada attraverso la struttura. L’ evasione riesce in piena regola e, prima della fine del livello, passiamo ad un altro scenario, questa volta in compagnia del Joker e di Harley Quinn, intenti a cercare un certo oggetto all’interno della Wayne Tech.

Superata facilmente questa parte e finito il livello, partirà il filmato finale, dove vedremo il gruppo di Lex Luthor oramai evaso e in fuga, raggrupparsi con il Joker e Harley per combattere insieme la Justice League al completo, che si era già mobilitata e messa sulle tracce dei furfanti. Nonostante la battaglia stesse andando in una direzione di stallo, vediamo sconfitti i nostri poveri eroi a causa dell’intromissione del “Sindacato della Giustizia”, che poi si rivelerà essere il Sindacato del Crimine, dopo aver confinato con l’inganno la Justice League in un qualche luogo indefinito.

Toccherà quindi ai ‘cattivi’ prendere il posto degli eroi, con l’obiettivo di rovesciare il Sindacato del Crimine, che ha intenti ben più oscuri di quanto sembra. La campagna durerà circa 8-9 ore di gioco, ma questo numero può essere tranquillamente raddoppiato se si decide di esplorare a fondo ogni livello, dato che ogni singolo scenario della campagna sarà pieno zeppo di elementi collezionabili e zone segrete.

 

Il gioco è ovviamente adatto a tutte le età, ma è stato pensato sopratutto per i fan. Il titolo metterà infatti a disposizione la bellezza di 162 personaggi giocabili, dal classico Joker, Harley e Lex Lutor, fino a passare ai personaggi meno conosciuti del mondo DC: come Capitan Boomerang e Condiment King (no, non è uno scherzo). Tutti utili e divertenti da giocare ma alcuni risultano più versatili di altri. I personaggi, infatti, saranno catalogati in base alle loro abilità: super salto, super forza, visione a raggi X, agilità, trasformazione e molto altro.

Ci toccherà cambiare i nostri pupazzetti digitali LEGO molte volte durante il gioco, dato che durante le varie missioni verremo accompagnati sempre da qualcuno, fino ad un massimo di quattro personaggi che andranno a comporre il nostro party. Da segnalare anche la presenza della co-op split-screen, che si sposa benissimo con la natura del gioco.

Altro elemento che ci ha pienamente soddisfatto, sono le varie location. Pur non essendo molto grande, la mappa di gioco collega diverse città e luoghi iconici del mondo DC, da Gotham City si passerà a Metropolis, Smallville, fino a luoghi come il pianeta di Oa Gorilla City. Le mappe potranno essere esplorate a piedi o a bordo dei vari veicoli messi a disposizione (che potrete selezionare da un comodo menù). Alcuni personaggi potranno anche usare il volo, utilissimo se si ci vuole spostare rapidamente da una zona all’altra.

Le varie ambientazioni saranno inoltre piene di cose da fare: da vere e proprie missioni secondarie, alla risoluzione di enigmi che vi daranno diversi premi, fino alla ricerca di vari collezionabili e personaggi segreti che faranno la gioia dei fan.

Un gioco tutto da costruire

Parlando di gameplay, quest’ultimo porta con se sia diversi pro e altrettanti contro; contro che, se non ci fossero stati, avrebbero elevato questo gioco a miglior gioco LEGO in circolazione, ma parliamo prima degli aspetti che ci hanno convinto. Innanzitutto va definito che questo gioco è un adventure game che si alterna a fasi puzzle, dato che i vari livelli ci chiederanno di trovare una soluzione a determinati rompicapo per andare avanti nell’avventura, soluzione che è spesso legata all’esplorazione e poi alla successiva distruzione/costruzione dei vari blocchi presenti nella mappa, o di superare un particolare ostacolo che richiederà le abilità di un determinato personaggio.

Il gioco è praticamente un susseguirsi di questi due tipi di fasi – con alcune eccezioni – inserendo sporadicamente qualche nemico per aggiungere pepe alla formula.

Fortunatamente il gioco riesce a variegare discretamente le situazioni proposte, con l’inserimento di alcune fasi ‘su binari’ che cambieranno l’approccio al gioco (sparare ad orde di nemici da sopra un robot o fuggire da un mostro per esempio). Inoltre, in quasi ogni livello sarà presente una boss-fight, non per forza alla fine di quest’ultimo, ma anche in mezzo o all’inizio dello scenario.

Il gioco è completamente doppiato in italiano, con un doppiaggio di buona qualità. Il sonoro è di grande impatto, grazie alle splendide colonne sonore tratte dai cinecomics dedicati al mondo DC.

Non tutti i LEGO escono col buco

Il gioco è di pregevole fattura, ma non per questo esente di difetti a causa della sua natura LEGO, che oltre ad essere un gran pregio, si trasforma in un difetto per la sua formula atta ad ‘accontentare un po’ tutti’. Se da un lato il gioco offre tantissimi contenuti che faranno felici i fan DC, dall’altra la sfida risulta quasi nulla, perché il gioco deve essere fattibile anche per i ‘più piccoli’. Ma ci spieghiamo meglio; il combat system è inesistente e la maggior parte dei nemici si potrà far fuori con un colpo solo.

Poco male, direte voi, il gioco, come è stato già puntualizzato in questa recensione, non è un action, ma anche le fasi d’esplorazione e gli enigmi soffrono del medesimo problema: difficilmente metteranno in difficoltà il giocatore ‘veterano’ risultando fin troppo semplicistico e facile.

Stesso discorso vale per gli scontri contro i boss, per nulla stimolanti e fin troppo semplici, risolvendo tutto con ‘schiva l’attacco e poi colpisci’. A semplificare ulteriormente il tutto, è il fatto che il gioco non ha un game over, dato che ogni volta che verremo sconfitti saremo riportati in vita istantaneamente perdendo solamente una manciata dei mattoncini raccolti. Inoltre, chi ha giocato gli altri titoli LEGO, avrà uno spiacevole effetto Déjà vu, visto che la formula LEGO è praticamente sempre la stessa.

Per concludere

Insomma, LEGO DC Super-Villains ci ha fatto divertire, nonostante la produzione abbia qualche evidente difetto di troppo, che potrebbe influire sulla godibilità generale. Ma il titolo riuscirà comunque a conquistare i fan dell’universo DC grazie ad una varietà di personaggi e luoghi impressionante, che vi faranno chiudere un’occhio su tutto il resto; consigliamo infatti l’acquisto a tutti gli estimatori ed appassionati del suddetto universo, perché non ne rimarranno delusi.

A tutti gli altri, beh, se non avete giocato un titolo LEGO di recente fateci un pensierino. Ma se cercate un titolo con una buona dose di sfida, vi consigliamo caldamente di guardare altro.

7.8

Trama

7.0/10

Gameplay

6.5/10

Grafica

8.0/10

Sonoro

9.0/10

Longevità

8.5/10

Pros

  • Decine di ore di contenuti
  • I fan apprezzeranno tantissimo
  • I giochi LEGO sono sempre divertenti..

Cons

  • Stessa formula di sempre, poche innovazioni
  • Se avete giocato altri giochi LEGO di recente o non siete fan potrebbe annoiarvi
  • ..ma fin troppo facili

Altri articoli in Recensioni

Just Cause 4, la Recensione – NO SPOILER

Andy Bercaru14 Dic 2018

Override: Mech City Brawl, la Recensione – NO SPOILER

Andy Bercaru12 Dic 2018

Jagged Alliance: Rage, la Recensione – NO SPOILER

Andy Bercaru5 Dic 2018

Darksiders III, La Recensione – NO SPOILER

Riccardo Cantù26 Nov 2018

Fallout 76, La Recensione – NO SPOILER

Riccardo Cantù19 Nov 2018

Hitman 2, la Recensione – NO SPOILER

Andy Bercaru16 Nov 2018