Forza Horizon 4, la Recensione

Recensioni
Appassionato del mondo videoludico e della tecnologia già da quando era un bimbo in Beta Testing. Ama i giochi quasi quanto il Wrestling ed il Metalcore!

Appassionato del mondo videoludico e della tecnologia già da quando era un bimbo in Beta Testing. Ama i giochi quasi quanto il Wrestling ed il Metalcore!

Possiamo ormai considerare il 2018 come un anno pieno di alti e bassi per l’industria videoludica. Se da un lato abbiamo avuto titoloni come God of War o il recente Marvel’s Spider-Man, da un altro abbiamo anche avuto disastri inevitabili come Agony e Metal Gear Survive. Se da un lato le grandi compagnie come Sony e Nintendo sono riuscite (nel bene o nel male) a cavarsela con la propria line-up di esclusive, il 2018 per Microsoft non è stato proprio uno degli anni più memorabili. Dopo un’esclusiva nel mese di Marzo come Sea of Thieves che non riuscì a mantenere le promesse dell’ hype generato ed uno State of Decay 2 piuttosto dimenticabile, la strada di Microsoft sembrava un po’ annebbiata.

C’è da dire però che, quando la casa di Redmond si impegna, riesce a tirare fuori dal cilindro non solo ottime idee (come per esempio quella del Game Pass) ma anche ottime esclusive. Infatti dopo l’E3 2018, la compagnia ha iniziato a riacquistare la fiducia dai propri fan. Una fiducia che pian piano andrò persa per colpa delle esclusive sempre più mancanti. Ad salvare la giornata (e per essere precisi anche l’anno fiscale 2018 da una parte) per Microsoft, arrivano i ragazzi di Playground Studios, portando sui nostri schermi una delle migliori esclusive di quest’anno.

Forza Horizon 4 si propone come seguito ‘’diretto’’ della saga di corse automobilistiche arcade, un genere che in questi ultimi anni si è andato a perdere nella marea di scelte sbagliate  (basta vedere i continui disastri di EA e la saga di NFS). Ma i ragazzi di Playground, per l’ennesima volta sono riusciti a tirare fuori un titolo degno del nome della serie, portando modifiche sostanziali e non semplicemente aggiornando il titolo con qualche piccola sciocchezza. Ma il tutto si manterrà fino alla fine sulla qualità (ormai abitudinale) ottima della serie? Andiamo a scoprirlo insieme nelle prossime righe!

Keep my head in the game or Die Trying!

Esattamente come recitano anche i versi della canzone degli Eyes Set to Kill, i ragazzi di Playground, con questo Forza Horizon 4, hanno mantenuto il sangue freddo  e portato in vita uno dei giochi più divertenti e completi di questo 2018. Partiamo con ordine però, per chi non conoscesse la serie Forza Horizon, essa si basa su una struttura classica di gare arcade, in quale la simulazione, volendo, può essere assente del tutto. Avremo modo di gareggiare a bordo di macchine classiche e ritoccare al nostro piacere le prestazioni di esse migliorando i nostri risultati in gara (o nel campionato). Come per ogni Horizon, il giocatore verrà lanciato un festival omonimo dove il suo compito sarà arrivare in cima come campione.

Sulla carta tutto si presenta come un comune racing game in quale il giocatore deve svolgere le solite gare e guadagnare denaro per migliorare le proprie vetture o comprarne altre. Quindi di base, non siamo a dei livelli di innovazione mai visti. Solo che questo Forza Horizon (cosi come tutta la serie) ha come marchio di fabbrica la struttura open world. Un Open World che non solo vi lascerà a bocca aperta per la mole di contenuti presenti in esso, ma anche per la bellezza generale del mondo circostante. Il Regno Unito sarà il nostro parco giochi per questo quarto capitolo.

Un secondo marchio di fabbrica di questo quarto capitolo è la transizione stagionale, che farà sperimentare (per la prima volta nella serie) al giocatore tutte e quattro le stagioni cambiando sempre le carte in tavola dei vari circuiti. Questa dinamica renderà il gioco molto più basato sulla gestione del parco auto essendo che ogni stagione ed ogni circuito avrà bisogno di una messa appunto specifica per essere affrontato. Ci ricordiamo ancora la marea di insulti tirati durante una gara in quale il veicolo scelto da noi era totalmente sbagliato facendoci arrivare per diverse volte ultimi. Una volta capito lo sbaglio e cambiando classe e prestazioni per rendere il tutto molto più fattibile abbiamo completato la gara con netto distacco dai bersagli.

Un punto a favore va anche al fatto che il mondo di gioco sarà condiviso tra drivatar (avatar personalizzati dei vostri amici), giocatori online e NPC. Questa unione di elementi rendono la mappa ed l’ambiente circostante molto più vivi creando un vero e proprio ecosistema. Ovviamente se il tutto dovrebbe dare fastidio o se semplicemente si preferisce gareggiare in solitaria, l’opzione per disattivare il tutto e rimanere offline rimane sempre disponibile (cosi come quella di collegarsi ai server in qualsiasi momento).

Ovviamente essendo un racing game, non si può non parlare del parco auto che costituiscono i nostri garage virtuali. Questa volta Forza Horizon 4 si è superato portando sulla pista ben 450 veicoli (molti di più se consideriamo anche i DLC) su licenza e fedeli ai modelli reali tra prestazioni ed andatura sulla strada. Farà sempre piacere alternare tra macchine classiche da Rally come la Lancia 037 Stradale ed della Super Car come la mitica Pagani Zonda. Insomma ci sarà da scegliere tra una marea di vetture e sicuramente i gusti personali di tutti saranno soddisfatti.

Tecnicamente parlando

Il gioco si presenta in maniera sublime su tutti i sistemi dove esso gira. Su Xbox One S il gioco viene proposto ai classici 1080p ed i 30 fps bloccati, che durante le nostre varie sessioni non abbiamo mai visto droppare. Su One X invece il discorso cambia essendo che potremo scegliere tra 2 opzione prestazionali. Se si predilige la risoluzione allora il gioco vi verrà proposto in 4K (nativo) ma bloccato a 30 FPS. Ma se per voi i frame sono più importanti, allora ci sarà il compromesso dei 1080p ma il framerate salirà a ben 60 FPS. Anche su PC il gioco gira in maniera ottima ed a differenza dei capitoli precedenti, i lavori di ottimizzazione si notano, essendo che vi basterà anche una vecchia 750ti per avere un risultato decente (720p e 30fps).

La pulizia grafica è degna di un’esclusiva tripla A essendo che ogni shader e dettagliato il meglio possibile ed ogni effetto di luce viene ricreato in maniera dinamica. Forza Horizon 4 sarà uno spettacolo per i vostri occhi, sia che lo giocate su una Xbox One normale sia che lo giocate su un PC High End. Ogni stagione creerà sul vostro schermo milioni di colori diversi ed ogni effetto dinamico vi farà sentire proprio dentro una vettura che sfreccia per le strade del Regno Unito.

Un plauso anche al comparto audio che, oltre i soliti effetti sonori ambientali ricreati in maniera presocchè identica e fedele alla realtà, la soundtrack del gioco, come sempre rimane di ottima qualità. Dai gruppi Metalcore come I Prevail e Eyes Set To Kill ai DJ più mainstream come Marshmellow, c’è un po’ di tutto per tutti.

In conclusione

Se Microsoft il 2018 non l’ha proprio iniziato in maniera ottimale, sicuramente questa stagione è riuscita a proporre ai propri utenti un’esclusiva che non solo si impone come uno dei migliori Arcade Racing di sempre, ma sicuramente anche come una delle esclusive più belle di questo 2018. I ragazzi di Playground Studios dovrebbero essere fieri di loro essendo che sono riusciti a risollevare ancora una volta questa spettacolare saga. Se siete appassionati di giochi di corse e se avete amato i vecchi capitoli della saga, allora sicuramente non potete farvi sfuggire questo quarto capitolo. Per noi di Nerdplanet, Forza Horizon 4 sicuramente si classifica in pole position come possibile candidato game of the year 2018.

9.1

Grafica

9.0/10

Ambientazione

9.0/10

Sonoro

9.5/10

Gameplay

9.0/10

Longevità

9.0/10

Pros

  • Il miglior Arcade Racing presente attualmente sul mercato
  • Una marea di macchine su licenza
  • L'ambientazione è strabiliante
  • Soundtrack divina
  • Open World dinamico e ricco di eventi

Cons

  • Qualche evento del Forzathon risulta frustrante
  • Qualche caricamento un po' lungo

Altri articoli in Recensioni

Just Cause 4, la Recensione – NO SPOILER

Andy Bercaru14 Dic 2018

Override: Mech City Brawl, la Recensione – NO SPOILER

Andy Bercaru12 Dic 2018

Jagged Alliance: Rage, la Recensione – NO SPOILER

Andy Bercaru5 Dic 2018

Darksiders III, La Recensione – NO SPOILER

Riccardo Cantù26 Nov 2018

Fallout 76, La Recensione – NO SPOILER

Riccardo Cantù19 Nov 2018

Hitman 2, la Recensione – NO SPOILER

Andy Bercaru16 Nov 2018