Cloud Gaming: la tecnologia del futuro al servizio del divertimento

Speciali
Redazione
NerdPlanet.it, portale di notizie ed intrattenimento online in forte crescita ed espansione che fornisce ai suoi followers notizie, anteprime, recensioni, pareri, servizi speciali e rubriche d’informazione su tutti i temi che coinvolgono nerd, geek ed appassionati di ogni tipo.

NerdPlanet.it, portale di notizie ed intrattenimento online in forte crescita ed espansione che fornisce ai suoi followers notizie, anteprime, recensioni, pareri, servizi speciali e rubriche d’informazione su tutti i temi che coinvolgono nerd, geek ed appassionati di ogni tipo.

Molti appassionati di gaming hanno sempre desiderato giocare a qualsiasi videogame comodamente dal proprio pc; la buona notizia è che questo desiderio è stato finalmente esaudito dal cloud gaming. Ci sono infatti già alcuni servizi attivi, grazie ai quali è possibile testare opzioni come Project Stream di Google in beta testing e Project xCloud di Microsoft. Tra i servizi che non sono ancora attivi in Italia troviamo invece Playstation Now, il primo esempio di tecnologia streaming applicata al videogaming, con oltre 600 titoli a disposizione degli utenti. Andiamo quindi ad approfondire quest’argomento che riguarderà da vicino tutti i giocatori nel prossimo futuro.

Come funziona il cloud gaming?

Il cloud gaming è una delle novità tecnologiche che farà da base al futuro del mondo dei videogiochi. Questa opzione, messa a disposizione da NVIDIA (il servizio si chiama GeForce Now), permette di giocare anche nel caso in cui non si abbia il giusto hardware: è infatti il computer a svolgere su un server cloud i calcoli necessari per un corretto funzionamento del gioco. Di conseguenza, chiunque può giocare ai videogiochi più impegnativi, anche chi non possiede un hardware in grado di “reggere il colpo”. I requisiti minimi per il pc sono infatti presenti ma molto più bassi e accessibili, mentre appare necessaria una connessione a internet, com’è ovvio che sia. A questo proposito è importante sceglierne una adatta alla grande mole di dati che viaggerà dal server cloud al sistema dell’utente: è consigliabile quindi approfondire l’argomento e scegliere quale tra le tipologie di connessione Internet spiegate dagli esperti di Facile.it è quella più consona per soddisfare quest’esigenza, per evitare fastidiosi rallentamenti o risoluzioni scadenti.

I vantaggi del cloud gaming

Il primo vantaggio di questo sistema sta nel fatto che qualsiasi pc può trasformarsi in una piattaforma per il gaming, anche se non soddisfa le pretese dei giochi di ultima generazione per quanto riguarda l’hardware. Un altro importante vantaggio riguarda anche lo spazio occupato sull’hard disk che, grazie a questo sistema “esternalizzato”, è praticamente pari a zero. I player avranno quindi la possibilità di godersi i loro giochi preferiti senza dover spendere grandi somme in un pc o altri dispositivi che siano alla loro altezza, in quanto qualunque pc potrà supportare anche giochi che in passato non potevano essere compatibili.

Il cloud gaming al momento è una realtà non ancora definita del tutto, ma in poco tempo potrebbe diventare lo standard dei videogiochi 2.0.

Altri articoli in Speciali

Easter Egg e Segreti [Ep. 2] – Speciale Pasqua 2019

Salvo Privitera20 Aprile 2019

From Software, la storia: da produttori di software per le fattorie, a Sekiro: Shadow Die Twice

Salvo Privitera22 Marzo 2019

Playstation Now – Pro e Contro del servizio Sony

Andy Bercaru14 Marzo 2019

Devil May Cry: La Storia [Parte 2]

Francesco Damiani9 Marzo 2019

Devil May Cry: La Storia [Parte 1]

Salvo Privitera1 Marzo 2019

Legacy of Kain, una saga dimenticata – Parte 2

Luca Paura23 Febbraio 2019