The Witcher 3: Wild Hunt, con l’aggiornamento 1.50 pieno supporto a PS4 PRO!

News
Matteo Pugliese

Dopo una lunga attesa, (durata quasi un anno!) il team di sviluppo polacco CD Projekt Red ha finalmente distribuito per gli utenti PlayStation, l’aggiornamento 1.50 per The Witcher 3: Wild Hunt, che introduce il supporto ufficiale a PlayStation 4 Pro.

L’update è disponibile per il download da oggi e pesa poco più di 140 MB. Da notare che CD Projekt RED supporterà anche Xbox One X: la patch per la versione che girerà sulla piattaforma della casa di Redmond sarà disponibile entro la fine dell’anno, ovvero qualche mese dopo l’uscita di tale console.

Intanto, per quanto riguarda la patch appena pubblicata, bisogna ancora analizzare che tipologia di risoluzione è riuscita ad ottenere la software house polacca su PS4 Pro: sarà un 4K nativo o dinamico? E a che frame rate si riesce a raggiungere? Sul suo sito ufficiale, intanto, CD Projekt RED parla di un generico 4K e un boost delle performance generali (ma non l’attivazione dell’HDR) incoraggiando tutti coloro che non hanno giocato il loro titolo a farlo.

Alcuni utenti hanno inoltre dichiarato di aver scaricato un’ulteriore patch, la 1.51, che sembra al momento sia disponibile solo in alcuni paesi. Tale aggiornamento dovrebbe semplicemente migliorare la stabilità del gioco, senza introdurre nulla di nuovo.

Ritornerete ad indossare i panni di Geralt di Rivia in The Witcher 3: Wild Hunt per ammirare questo restyling grafico? Noi, vi consigliamo vivamente di si!

Altri articoli in News

Wolfenstein II: The New Colossus: Trailer e Data di Rilascio per Switch

Carmen Graziano24 aprile 2018

Il nuovo trailer si OnRush rivela le classi dei veicoli

Carmen Graziano24 aprile 2018

Shining Resonance Refrain: Heroes Trailer, Data di Rilascio e Cast

Carmen Graziano24 aprile 2018

Rebellion presenta l’entusiasmante avventura di Strange Brigade

Carmen Graziano24 aprile 2018

In arrivo un nuovo update di Fade to Silence

Carmen Graziano24 aprile 2018

L’attesissimo Cyberpunk 2077 potrebbe essere un gioco in prima persona

Salvo Privitera24 aprile 2018